Indietro
1920x580

Un centrifugato per aiutare il microbiota!

Ancora più efficace se assunto fuori pasto

Ormai è cosa nota: cervello e intestino comunicano. La comunicazione ha  luogo usando il nervo vago per mezzo di neurotrasmettitori come la serotonina, che svolge un ruolo fondamentale per la regolazione dell'umore e viene prodotta per il 95% dalle cellule che si trovano nella mucosa intestinale.

Possibile che il nostro umore, e perfino disturbi e malattie mentali possano essere influenzati dall’intestino? Gli scienziati ci stanno lavorando. Una cosa è certa: abbiamo circa un chilo di batteri nell’intestino! Una incredibile varietà di microrganismi che popolano il nostro tratto intestinale, preziosi per il nostro equilibrio. Sono stati scoperti collegamenti inaspettati tra la composizione del microbiota e alcuni aspetti della nostra salute: non solo quelli più immediati e apparenti, come la salute del tratto digestivo oppure l’obesità, ma anche meno ovvi, come il funzionamento del sistema immunitario o addirittura del cervello.

Ma cosa dovremmo mangiare per aiutare il microbiota? Secondo alcuni medici, meglio cereali interi, verdure cotta a cena e cruda a pranzo, consumo saltuario di legumi, più pesce e meno proteine della carne, centrifugati fuori pasto.  E se volete preparare un ottimo centrifugato, c’è solo l’imbarazzo della scelta: abbiamo estrattori di Moulinex, Philips, Ariete. La via migliore per assumere frutta e verdura in modo concentrato!

centrifuga

Eventi

Il meraviglioso mondo di Massimo Piombo

Declinato al femminile