Indietro
1920x580

Quali pennelli ci vogliono per un make up perfetto?

Lingua di gatto o buffer brush?

Ogni tanto capita di guardare le referenze di un marchio di make up e di chiedersi “ma quanti pennelli servono”? Ebbene, più si approfondisce la conoscenza dell’arte di truccarsi, più ci si avvicina al professionale, più pennelli servono!

Alcuni sono molto noti agli addetti ai lavori: ad esempio, il pennello a lingua di gatto, piatto e largo, uno dei più noti, che di solito si usa per stendere il fondotinta. Quando la pelle ha una grana irregolare o qualche ruga, la lingua di gatto riempie i piccoli solchi in modo perfetto, mentre non è idonea ai prodotti troppo liquidi perché lascia il volto a “righe”. Una volta usato il pennello, si leva il superfluo con una spugnetta inumidita. Poi, va fissato subito con una cipria apposita.

Si suggeriscono setole sintetiche per i fondotinta in crema mentre per quelli in polvere si prediligono setole naturali. Il Buffer brush è invece quello che consente un movimento circolare ed è molto idoneo ai fondotinta in polvere: riesce infatti a fissare nella pelle la giusta quantità di prodotto per una resa perfetta. Normalmente l’iter per un make up segue queste regole: si stende un primer sulla pelle ben idratata, quindi si passa al fondotinta con il pennello idoneo, fissando con una cipria. Poi, si passa al blush o al contouring e si stende un velo perfezionante di finishing powder, di solito una cipria traslucida e lievemente iridescente. Anche per questa, si usa il Buffering brush: si prende una quantità idonea per trasparenza e luminosità e la si stende. La cipria è importante perché tiene a bada sebo e sudorazione e preserva il make up degli strati sotto.

Esiste anche il pennello Duo, con una parte di fibre corta e l’altra lunga. Di solito le corte sono naturali mentre le lunghe sono sintetiche ma… a cosa serve? Questo pennello garantisce una finitura straordinaria perché la setola sintetica stende in modo più grossolano il fondotinta mentre la setola naturale assorbe l’eccesso. In un primo deposito la stesura è irregolare, ma man mano che si procede il pennello fa un lavoro di rifinitura, assorbe l’eccesso e mantiene ciò che deve rimanere sul viso. Perfetto, per i fondotinta più acquosi.

mac

Eventi

Bello, italiano, sostenibile

Stiamo parlando di lip gloss!