Indietro
1920X580

Padel: dal Messico all’Europa

Un’area di gioco dove la palla è sempre in movimento

Il gioco del Padel nacque negli anni '70 in Messico, quando un cittadino della buona società di Acapulco, Enrique Corcuera, decise di sfruttare lo spazio disponibile nella sua residenza per costruire un campo che consentisse di giocare a tennis. Ma in un’area di gioco più limitata e molto dinamica!

Il Padel è un gioco a coppie, derivato dal tennis, il cui campo (simile a quello da tennis ma più piccolo) è delimitato ai quattro lati da pareti sulle quali la pallina può rimbalzare rimanendo in gioco. Il nome deriva dallo spagnolo pádel, adattamento grafico dell’inglese paddle, che significa ‘pagaia’ termine usato in principio per indicare le particolari racchette di legno che in origine venivano utilizzate per giocare. Il gioco si pratica con una racchetta, denominata "pala", dal piatto rigido con la quale si colpisce una palla esternamente indistinguibile da una palla da tennis ma dalla pressione interna leggermente inferiore per limitare il rimbalzo e consentire ai giocatori un maggiore controllo. Pur avendo origine in Messico, è tuttavia in Spagna che il Padel riuscì a trovare la sua vera risonanza e un’effettiva visibilità. Infatti, In un sofisticato Hotel della località turistica di Marbella, il principe Hohanlohe, affascinato dalla realizzazione del suo amico messicano, fece costruire un campo avente le stesse caratteristiche. In questo modo diversi ospiti dell’Hotel, provenienti da ogni parte del mondo, ebbero la possibilità di provare e conoscere questo nuovo gioco.

Il Padel rimaneva tuttavia un gioco d’élite fino all’inizio degli Anni ’80, quando alcuni turisti americani decisero di esportare tale disciplina nel loro paese ove costruirono diversi campi da gioco.

Da Cisalfa trovate le migliori racchette per cimentarvi!

cisalfa

Eventi

Dieci giacche diverse per la fine estate

Modello tuxedo o boxy: scegli quella giusta per ogni occasione!